Skip to content

Quando B sfidò zio Paperone

21 marzo 2010

B, nei giorni scorsi, ha paragonato la “sinistra” alla Banda Bassotti e, implicitamente, suggerito di sentirsi lo Zio Paperone della situazione. Lo studioso di fumetti Matteo Stefanelli si chiede ironicamente perché Paperone e non Rockerduck, ad esempio.

E’ una buona domanda. Ma la risposta è un’altra. La trovate in una storia di Topolino di qualche anno fa.

In Zio Paperone e il centenario (+ uno) bullonario, episodio pubblicato nell’estate del 1990, De Paperoni è in gara con altri magnati a Parigi, impegnato in una bizzarra caccia al tesoro, in occasione del “centunario” della Torre Eiffel. Oltre all’antagonista storico Rockerduck, Paperone se la deve vedere con “l’avvocato” (parodia evidente di Gianni Agnelli) e, udite udite, con “Sua Emittenza” il cavaliere, accompagnato dal sodale  Mike Buonasera. Dunque, perfino nell’universo disneyano, Berlusconi è rimasto solo e sempre Berlusconi.

La storia, godibilissima scritta da Bruno Concina e, soprattutto illustrata da quel grande maestro del fumetto disneyano che è stato Giovan Battista Carpi,  rientra in un filone di parodia bonaria dell’attualità, oggi sempre meno presente  nelle produzioni topolinesche. Un mondo fatto di “Perrari Testagrossa”, “Sylvester Spallone”, etc. che sapeva ironizzare con garbo, ma anche con acume, sulle cose del mondo e dell’Italia.  Parlo di storie precedenti come Paperone e il ponte di Messina, o successive come Zio Paperone e la valanga dei Bop .

A rileggerle, anche a distanza di anni, è impressionante vedere come siano riuscite a catturare lo spirito del tempo: il ritratto surreale eppure fedele delle tante contraddizioni del belpaese.

Quanto alle parentele vere o presunte con la realtà, c’è chi paragona anche Bersani a Filo Sganga,  ma il sottoscritto come Edoardo Bennato, continua a preferire  comunque gli originali disneyani.

About these ads
4 commenti leave one →
  1. 21 marzo 2010 5:27 pm

    Ottimo riferimento. Mentre scrivevo il mio post, avevo proprio pensato “sarebbe interessante andare a vedere in quali storie disneyane è stato citato (o almeno si è alluso a) Berlusconi”. Lo hai fattu tu, e con grande precisione. Grazie ;)

    • 21 marzo 2010 6:12 pm

      … Beh le allusioni potrebbero essere anche altre. Mi sono limitato alla personale (e parziale) memoria di lettore disneyano. Più che altro mi domandavo, se B si paragona a De Paperoni, quando parla di poteri forti che tramano contro di lui, si riferisce alla strega Amelia e Nonno Bassotto? :)

Trackbacks

  1. Paperi e quaquaraquà « Sono Storie
  2. Pensava il fumetto « Sono Storie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 439 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: