Skip to content

Solen unen partiten

28 giugno 2012

Il calcio è quel gioco che si gioca in 11 contro undici e poi vince la Germania

Gary Lineker

Il celebre adagio del centravanti inglese, che infatti con i tedeschi perse la semifinale mondiale di Italia ’90, ben si adatta alla vigilia di questa attesissima, temuta,  Italia-Germania.

Speriamo di sfatare la legge di Lineker con il piccolo corollario che abbiamo consolidato con certi match leggendari. Le infinite Italia-Germania del nostro immaginario: una storia più epica dell’altra.

Stasera l’appuntamento scomoda pure i massimi sistemi, l’economia,  la politica, la storia. E le date si rincorrono: c’è la partita, ma c’è anche il vertice ristretto dei leader europei.

Forse Monti e la Merkel, non si metteranno d’accordo sull’eurobond. Magari ci scappa una regola per i goal fantasma.   A leggere i giornali, è tutto un assurdo guazzabuglio di spread attivo e fuorigioco passivo.  E un dubbio ci assale: l’asse Barzagli-Pirlo  terrà meglio di quello Monti-Hollande?

Eppure, è solen unen partite di pallonen verrebbe da dire con le Sturmtruppen.

A pensarci bene, lo stesso, impassibile, allenatore della Germania sembra  il personaggio di una striscia di Bonvi.Con quella divisa fissa, perfetta per le vignette in chiaroscuro: camicen bianken arrotolaten sulle maniken e pantalonen neren.   Perfetten per un confronten atletiken, tra fieren alleaten con il nostren proden cameraten Galeazzo Musolesi Prandelli.

Massì, per una sera lasciateci giocare. E sognare. Forza Mario! Anche se, alla fine, si resta indecisi se tifare più  per Balotelli o per Draghi.

5 commenti leave one →
  1. 28 giugno 2012 10:05 pm

    Non ho capito se sono più contento del fatto che abbia perso la Germania, o che abbia vinto l’Italia.

  2. 1 luglio 2012 4:56 pm

    Un po’ tardino per commentare la partita passata (della quale non mi sono piaciuti soltanto quei riferimenti e quelle metafore troppo insistite sui paralleli con l’attualità politica, con alcune cadute di stile vergognose), mi preparo a assistere alla finale… Con la Spagna è un po’ meno scontro di culture, di civiltà e di mentalità, e forse rimane (spero) più confinata al calcio…
    Comunque, For… Oh, no… Questo non si può dire… “Avanti Italia!”

    • 2 luglio 2012 8:26 pm

      papero, che cadute e cadute, abbasso quelli della tedeschìa! :-D sono sempre la tua amicuzza della parrocchietta! ( ultimamente ti trovo in ogni luogo, sorbole! :-D )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 418 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: