Carlo a Kabul

Quando sono venuti a prelevarmi all'aeroporto, l'americano prima ancora di salutarmi mi ha chiesto "What's your blood type, Sir?"  E io, dentro di me, mi sono detto: "Benvenuto a Kabul, Carlo!

Il mio amico Carlo è a Kabul per fare il suo dovere di servitore dello Stato e quella che avete letto era la conclusione di una sua mail di qualche tempo fa. 

Ieri era la festa delle Forze Armate. Una celebrazione retorica lontana dalla mia sensibilità e dalle cose in cui credo. Ma se davvero questa giornata è stata un modo per celebrare l’impegno di quanti lavorano duramente  e rischiano ogni giorno la vita con una divisa addosso, allora dico: “Buon lavoro amico mio”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...