Quella gggente

Alle Primarie pugliesi, ha stra-vinto Nichi Vendola.  In teoria, come iscritto alla bocciofila democratica, dovrei dirmi deluso dal risultato della Boccia (Francesco), targata PD. In pratica, sono stracontento. E, non solo perché come già detto, se fossi stato lì probabilmente avrei votato per Nichi,  ma perché sento che al fondo, per paradosso, ha vinto l’essenza del Partito Democratico.

Dispiace che molti illustri commentatori sui giornali e sulla rete, cito per esempio Luca Sofri e Francesco Costa, non abbiano sottolineato questo aspetto della vicenda. Altro che sconfitta. La vittoria di Vendola è la vittoria della “gente” democratica, anzi della “Gggente” come avrebbe detto Sandrone Kurzi su Telekabul.

Quella gente che non capisce come si possa buttare a mare l’esperienza di cinque anni di governo di una regione, per il veto sulla persona (non sul merito delle questioni) dell’Unione delle Convenienze.

Quella gente che non comprende, come si possa avere nello statuto del partito il richiamo alla democrazia diretta, e poi decidere i candidati alle regionali nel chiuso di una segreteria, con metodi degni della PdL.

Quella gente che non si capacita di come i vertici del partito possano chiedergli di votare per un giovane (di quarantuno anni)  sperimentato dalla sconfitta già cinque anni fa.

Quella gente che non ha chiaro perché il sindaco democratico di Bari volesse correre per la carica di governatore, prima si, poi no, poi forse, ma solo se, nel frattempo, gli tenevano in caldo l’altra poltrona.

Quella gente che, davvero, non sa perché nella bocciofila, a tenere il boccino e decidere le strategie sia sempre uno che, non ha nessuna carica, ma che si incarica di comandare e  polemizzare, come se fosse il comandante in capo.

Quella gente, insomma, che non conta niente ma che, da quando si conta con le Primarie, ha scoperto di contare almeno un poco.  E, quando accade, come ci ricorda Ciwati, è un gran bel momento di democrazia.

Pubblicato anche su iMille.

Annunci

2 pensieri su “Quella gggente”

  1. credo che sarebbe molto bello per il PD se D’Alema desse le dimissioni da ogni incarico,
    non solo molti elettori disgustati dai suo igiochini si sentirebbero rinfrancati,
    ma soprattutto il PDL sarebbe completamente spiazzato (già se n’è andato Rutelli).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...