Tra la mimosa e il fare

Da quando vivo in Francia mi rendo conto di cosa voglia dire  favorire davvero una condizione paritaria della donna nella società. Non è il Bengodi, però c’è attenzione. Gli orari di scuole e uffici, gli asili nelle aziende, i permessi paritari per paternità/maternità… Tutto è pensato per permettere, ad esempio, ad una coppia di gestire in maniera congiunta gli impegni famigliari, alternandosi nei diversi momenti. Viceversa, in Italia la politica e  i media – in particolare in questa giornata  – si riempiono di melassa retorica, ma la realtà è ben diversa come ricorda oggi sul suo blog Cristiana Alicata:

…Io so che nei bagni tante donne piangono perché non sanno come dire ai loro capi che sono incinte perchè sanno che “per permetterti di vivere tranquillamente il tuo stato” ti cominceranno a spogliare della tua professionalità.
So che tante impiegate, nelle piccole aziende, meno controllate, hanno un contratto regolare ma firmano contestualmente una lettera di dimissioni senza data che viene inserita al momento della “bella” notizia.

Nelle cose che Cristiana racconta (il resto lo trovate qui) ci si riconosce, perché sono vere, perché le viviamo tutti.
E’ anche una piccola conferma di quanto Cristiana, scusate se sono ripetitivo , sia  il candidato giusto da votare per la Regione Lazio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...