Storia della Roma che conosco

La Roma che conosco, quella

se vedemo” ” dimo” “ ‘namo” “famo
…non ti devi da preoccupare …che tanto te richiamo…”

ecco quella Roma lì oggi è in lutto calcistico. E io, che a Roma sono nato e cresciuto, pur senza essere tifoso de la maggica, so quanto sia dura in un giorno così per la sua gente.

Perché la Roma, a Roma, è qualcosa di più che una squadra di calcio.  Sfido chiunque a entrare ad entrare allo stadio Olimpico, qualche minuto prima dell’inizio da una partita importante, quando i tifosi dispiegano gli striscioni e per gli spalti risuonano i versi di “Grazie Roma” “Roma Capoccia”, e non provare un brivido.

Scriveva Pascal che ci sono ragioni del cuore che la ragione non comprende. La Roma vive in una di quelle ragioni, che solo i suoi tifosi possono raggiungere, perché come ripetono: la Roma non si discute, si ama.

A volte, in quella ragione sragionata,  l’amore diventa odio e, arrivano fischi dalle tribune, scaldabagni sul campo di allenamento,  accoltellamenti per le strade. La Roma è anche questo.   E’ folclore e religione. E’ poesia e volgarità. E’ sogno e incubo.

La Roma è repubblica “der core” dei tifosi ma anche dinastia “de principi e de re”, da Amodei a Giannini, da Bernardini a Conti, da Falcao a Totti.  E se il re sbaglia, non chiedete al suo popolo di giudicarlo. Il re ha le sue ragioni, che la ragione non potrà mai comprendere.

Questa è la storia della Roma, nel bene e nel male, l’unica che conosco.

Annunci

6 pensieri riguardo “Storia della Roma che conosco”

  1. Caro Marco,
    bellissima storia, l’unico rilievo da fare, se me lo permetti è quello relativo alla canzone che echeggia nello stadio all’inizio della partita. Si tratta di “Roma Capoccia” e non di “Grazie Roma”, infatti la Roma Imperiale prima si osanna e poi si ringrazia!!!!

    Un abbraccio

    1. Quando uno scrive di fretta… Tra un autogrill e l’altro… Grazie di avermi corretto. Per me, spesso, sconfinate nel “basso impero”: più Romolo Augustolo che Marc’Aurelio, ma va bene così. Dopo tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...