Niente inciucio siamo inglesi (una storia britannica)

Il risultato confuso delle elezioni in Gran Bretagna (vittoria dei conservatori, ma con un margine di seggi troppo ridotto per portarli da soli al governo) rilanciava, oltre Manica, inedite carambole politiche.

Nick Clegg, il liberal-democratico, poteva fare da sponda tra i due partiti storici (Tories e Labour), ago della bilancia in un pagliaio pieno di inciuci politicanti.

Alla fine Clegg ha scelto la via moralmente più corretta: allearsi con la forza che aveva vinto le elezioni, consentedole di governare.  L’ha fatto solo per convenienza?

Può essere, ma io preferisco pensare che l’abbia fatto perché la Gran Bretagna non è l’Italia. Perché è la patria di Wimbledon, del fair play perfino nelle agguerrite sfide di Premiere league e di altre pinzillacchere molto british, molto civili.

Annunci

Un pensiero su “Niente inciucio siamo inglesi (una storia britannica)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...