I Bitols e l’interpretazione sospettosa

Roberto Giacobbo - Davide La Rosa

Tu gli chiedi chi erano i “Bitols” e lui ti risponde che “Pol MecCartnei” è morto quarant’anni fa in un incidente stradale. “Ervis Preslii” invece è vivo e lotta insieme a noi, almeno fino al 2012, quando secondo i “Maija” (e secondo lui) creperemo tutti.

Lui, l’incantatore dell’audience, è Roberto Giacobbo, autore/conduttore di Voyager anzi “Voiaaaager” (come da sua pronuncia), infaticabile indiana gions de noartri.

Dall’Alpi alle piramidi, da Via Teulada ad Atlantide, non ci fa mancare nulla il buon Giacobbo: marziani, Mu, Santo Graal, vampiri, vodoo e fantasmi. Tutti i luoghi (comuni) dell’immaginario misterioso vengono riciclati,  puntata dopo puntata.

E poi ci sono i templari, che per Giacobbo sono come il sedano nelle ricette di mia nonna: ci stanno bene comunque. Lo scriveva già, qualche tempo fa , Galatea: i templari secondo Giacobbo c’entrano sempre. E se non c’entrano, lui ce li farà entrare a forza. Anche perché bisogna pubblicizzare il “libbbbro” misterioso che quest’anno gli ha dedicato.

Ciò che trovo disturbante e anche pericoloso di Voyager, l’hanno scritto anche persone più illustri di me, è che utilizza lo stile dell’inchiesta giornalistica, per propinare come veri racconti che non hanno alcun riscontro nella realtà.

Prendete la storia di Paul McCartney cui accennavo prima: la sua presunta morte nel ’69 e la sostituzione con un sosia.Giacobbo non fa altro che  rispolverare una delirante leggenda metropolitana.

Va persino in Germania a intervistare una sedicente figlia del McCartney originale. Vista la stazza, sembrerebbe che il padre se lo sia mangiato lei, ma vai a sapere.
In fondo a Voyager non interessa stabilire verità quanto seminare dubbi.

Il racconto televisivo di Giacobbo è un mirabile caso di interpretazione sospettosa, come l’hanno lungamente indagata la sociologia e la semiotica. Il tutto si basa non su quello che un testo (o una serie di testi) dice, ma su quello che non dice e che, dunque, per sospetto gli possiamo far dire. Così il cerchio non si chiude mai, ma si crea una catena, potenzialmente infinita, di illazioni non verificabili.

Se Giacobbo si limitasse a riciclare le baggianate di Dan Brown, alla Angeli e Demoni, il danno culturale sarebbe limitato. Il problema è che la macchina narrativa di Voyager macina tutto.

Come nei giorni difficili in cui montava la paura, Giacobbo – la cui trasmissione, udite, udite, ha il patrocinio del Ministero dei Beni culturali – si occupò del virus dell’influenza A.

Quel giorno, ho fortemente rivalutato la campagna d’informazione del Ministero della Salute. Volete mettere la credibilità di Topo Gigio, con quella di Roberto Giacobbo?

Annunci

5 pensieri su “I Bitols e l’interpretazione sospettosa”

  1. quello che mi fa impazzire…. è che poi a discutere del mistero…. vengono intervistati…. non scienziati, chimici, biologi….. che possono portare prove scientifiche di una possibile spigazione…. ma scrittori, giornalisti, persone comuni….
    come si dice a Roma…. NNNNNNamo Beneeeeee

    1. I suoi sono sempre esperti “indipendenti”, oppure appartengono a sperdute università americane, dove la laurea non si capisce bene come l’abbiano presa.

  2. Non toccatemi Giacobbo! L’anteprima è la parte divertente del lavare i piatti il lunedì sera! In genere non vado oltre, appunto, l’anteprima, ma il servizio sul sosia di PolMekkartney l’ho visto tutto… e rido ancora! 😀 Voyager è meglio di Zelig, e credo che qualche minuto alla settimana sia comunque una parentesi comica irrinunciabile! Aspetto la puntata sui templari atterrati a Roswell ed Elvis custode del Santo Graal…

      1. Ciao Marco D, grazie del benvenuto e della segnalazione!!! Sono in ufficio a leggere le vignette di Davide La Rosa e rido come una scema… mi guardano tutti malissmo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...