Come ti salvo il Panda

Save the Panda - Leo Burnett per WWF

Il WWF lancia, per la Spagna, una campagna di  visual pubblicitari, davvero curiosa, all’incrocio tra diversi linguaggi: illustrazione, fumetto, cinema.

Sono pezzi di storie  noir (qui una  galleria d’immagini) che hanno per protagonisti animali in via di estinzione, dal classico panda al gorilla.

Animali che rischiano la pelle, insomma, si devono esser detti alla Leo Burnett – l’agenzia pubblicitaria che ha ideato la campagna – e allora perché non rappresentarli come eroi in pericolo di un thriller o di un poliziesco?

Le illustrazioni fanno il verso, quindi, all’immaginario di genere hardboiled, con inquadrature che sembrano strappate  al Frantic di Roman Polansky, solo che qui al posto di Harrison Ford, c’è un pandone antropomorfizzato reso con uno stile “a un tratto” iperrealista e, allo stesso tempo, estremamente cartoonesco.

Blacksad - tavola di Juan Guarnido

In effetti, tutta la campagna è una citazione/omaggio visivo a un fumetto che  amo anche io, in maniera particolare. Parliamo di  Blacksad degli spagnoli Juan Diaz Canales (testi) e Juanjo Guarnido (disegni), storia di un gatto nero (!) detective privato negli anni Cinquanta.

Ecco, già la sintesi del concept vi dà l’idea del miscuglio di atmosfere e stili di narrazione che i due autori hanno messo su e di cui tornerò sicuramente a ragionare in qualche futuro post, anche perché sta per uscire il quarto, atteso, volume della serie.

Tornando alla campagna del WWF, colpisce in senso espressivo come l’aspetto vignettistico dei visual contribuisca a rendere l’impatto drammatico del messaggio culturale.

Le illustrazioni ci raccontano il momento del pericolo, come se facessero parte di una storia compiuta, ma questa storia non esiste. E, dunque, galleggiano davanti al nostro occhio, in un senso di precarietà estrema che rimanda al payoff della campagna:

Salva il Panda.

Adesso o  mai più.

E, se avessimo ancora, qualche dubbio sul da farsi, ci sono gli occhioni strabuzzati del protagonista a inchiodarci alle nostre responsabilità ambientali.

Annunci

4 pensieri su “Come ti salvo il Panda”

  1. E la pubblicita’ chi la salva?
    Chi fa questi annunci, e chi li interpreta..come te a prescindere dal messaggio commerciale (in questo caso assente).
    God save ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...