Pic-Nic, storia di una buona idea

Pic-Nic comics

Oggi sul suo blog, lo sceneggiatore Roberto Recchioni riflette su una bella iniziativa a fumetti, già presentata a suo tempo anche da Matteo Stefanelli,  che coniuga intelligenza editoriale e voglia di sperimentare.

Un gruppo di cartoonist si è dato da fare, e visto che di sti’ tempi magri, gli editori coraggiosi latitano, ha pensato bene di inventarsi uno spazio di pubblicazione nuovo, completamente pagato dalla pubblicità.

I dettagli del progetto Pic-Nic, questo il nome della rivista, sono qui sul sito omonimo, insieme alla possibilità di scaricarsi in pdf tutti i numeri finora prodotti.

Ciò che mi ha colpito leggendo Pic-Nic, è l’assoluta libertà che si sono presi gli autori di inseguire la propria vena immaginativa, senza farsi influenzare in alcun modo dalla forte presenza della committenza pubblicitaria.

Se leggerete la rivista, forse alcune storie vi disturberanno – come accaduto a me -, altre vi faranno sorridere, altre ancora vi incanteranno magari (io sono rimasto rapito da Sweet Salgari di Paolo Bacilieri). Difficilmente però vi lasceranno indifferenti e questo dice già molto sulla qualità dell’operazione che, come ribadisce Recchioni, è una perla rara nel panorama asfittico di casa nostra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...