Cansas siti: Uot’s America

Sono tutti contenti i miei concittadini romani e romanisti.

Pare che la squadra di calcio, piena di debiti, anzi ” de buffi” come si dice all’ombra del Colosseo, se la comprino un gruppo  di imprenditori sportivi americani che vogliono farne un grande brand di successo, non solo sportivo.

Che bello, si dicono i tifosi “de la magicca“, pronti ad accogliere i nuovi padroni come liberatori. Come Il Nando di Alberto Sordi, in Un americano a Roma, all’epoca in cui “Lamerica” ci riempiva di gomme da masticare, jazz d’ascoltare, fumetti di Nembo Kid da guardare e sogni da fabbricare.

Sì, tanti sogni. Perché quella è la terra dove si possono sempre realizzare. Dove uno abbronzato, figlio di immigrati, può anche oggi  diventare Presidente.

Da noi, invece, al massimo  finisce benzinaio, anzi “Benzinaro”, o pizzettaro. Da Barack: pizza e kebab. Sentite come poggia bene? Avrebbe detto Manuel Fantoni, filosofo de noartri.

E’ che a noi italiani ci ha rovinato la malattia, se no a quest’ora stavamo tutti a “Cansas siti” co’ Marlon Brando . E allora viva gli americani, che sono venuti  a salvarci loro.

Se l’è detto pure l’AD di Fiat,  Sergio Marchionne  pronto (pare, non si sa, vai a capire) a trasferirsi a Detroit, con ingegneri e stabilimenti al seguito. D’altronde volete mettere “Turin uit Ditròit“? Volete mettere, averci la fabbrica, invece che a Mirafiori, a “Seeflowers” ? Sentite come poggia bene?

E’ come in quelle storie di fantascienza, dove gli umani una volta ridotta la Terra a una ciofeca ambientale, prendono una astronave e volano via. Alla ricerca di un nuovo pianeta, di una nuova occasione.

Ecco per molti italiani, lamerica continua a essere questo: la promessa di di tutto quello che non riusciamo a essere, un paese civile, organizzato, perbene. Tutto quello che ci piacerebbe essere  se non costasse fatica, impegno, rigore (non quello di Totti, quello di Ciampi).

Come se bastasse mangiare la “marmallata” per fare lamericani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...