E’ tutto normale

Anche uno come me, in giornate come questa, deve prendere atto di una triste realtà: essere a-berlusconiano nell’Italia di oggi è praticamente impossibile, al di là delle buone intenzioni.

Ammettiamo, per assurdo, che con le forze armate italiane impegnate nell’operazione in Libia il ministro della Difesa molli tutto e passi le sue giornate nell’Aula della Camera – anziché in giro per le basi aeree o nel quartier generale Nato di Napoli – per votare una legge che salverà il premier da un processo.

Facciamo finta, poi, che lo stesso faccia il ministro degli Esteri, con il Maghreb in fiamme e i disperati in arrivo sulle nostre coste.

Infine, in questo sforzo di fantasia, immaginiamo che si sia rinchiuso in Parlamento pure il ministro del Turismo, mentre l’isola di Lampedusa è al collasso. Uno penserebbe, a quel punto, che al governo non interessino i destini della Nazione, ma quelli di un uomo solo; e se volesse bene al proprio Paese, non potrebbe che indignarsi e denunciarlo. Chi lo fa altrove è sano di mente, chi lo fa in Italia è antiberlusconiano.

Andrea Sarubbi,  Per assurdo

Annunci

4 pensieri su “E’ tutto normale”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...