Sotto i nostri occhi

Sono sempre più incline a credere che molto se non tutto dipende anche dall’abilità di guardare, ascoltare e saper osservare e sentire quel che ci circonda poichè le storie sono proprio sotto i nostri occhi, ma bisogna imparare a vederle e a scegliere quelle che vale la pena di raccontare poichè le storie sono tante come le persone, anzi di più.

Storie: chi scrive deve essere bravo a trovarle, ascoltarle, imparare a riconoscerle. Tutto sta qui.

Avete mai provato a trascorrere una serata attorno ad una tavola a ricucire storie di famiglia? Se non vi è mai capitato non sapete cosa vi siete persi.

Giovanni Marchese, sceneggiatore

Il resto sul suo blog.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...