(H)a(t)tentato

Che la storia non stesse in piede, da lettore di gialli, mi sembrava fuori di dubbio già da un pezzo.  Ora arriva l’imprimatur delle indagini a chiarire che non ci fu alcun attentato, o almeno queste sono le conclusioni della magistratura.

Forse potrebbe essersi trattato di un ladro, concedono i giudici. Come no, oppure era Babbo Natale in un sopralluogo prenatalizio.

E Belpietro cosa dirà? Sono curioso: lui che (h)a  (t)tentato l’automartirio, lui che se la prendeva con il clima avvelenato della nostra politica (come se un avvoltoio si lamentasse della scarsa qualità delle carcasse che divora). Cosa dirà il direttore?

Come che sia, dobbiamo ancora considerarlo una vittima di questa storia. Forse una vittima della sua stessa immagine pubblica.  A pensarci bene, la vicenda resta comunque un giallo. Un piccolo, squallido, giallo italiano, con i suoi tipici misteri fangosi, le verità affogate nella palude delle calunnie, i depistaggi, le bugie agghindate a notizie.

Per raccontarla bene, ci vorrebbero De Cataldo o Lucarelli, invece ce l’ha raccontata Maurizio Belpietro. E forse qui sta la differenza di qualità nel racconto.

Annunci

4 pensieri su “(H)a(t)tentato”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...