Kick-ass: dalla vignetta allo schermo

Perché c’è tanta gente che vuole diventare Paris Hilton e nessuno che vuole diventare SpiderMan?

Si domanda Dave Lizewsky, teenager newyorkese aggrappato al mantello di Batman come fosse la coperta di Linus. Attorno a questo surreale interrogativo Kick-ass, il nuovo film di Mattew Vaughn tratto dall’omonima miniserie a fumetti scritta da Mark Millar e disegnata da John Romita Junior, sviluppa il suo racconto.

Per Lo Spazio Bianco, ho scritto dell’ultimo film di genere supereroico uscito nelle sale italiane, Kick-ass, cercando di riflettere sul passaggio dalla carta al grande schermo.

Il resto dell’articolo lo trovate qui.

Annunci

3 pensieri riguardo “Kick-ass: dalla vignetta allo schermo”

  1. L’ho aspettato con trepidazione e poi nelle sale di Goldieville non è arrivato, a Workopolis l’hanno tenuto dall’alba al mattino, e nell’unica altra città ragionevolmente raggiungibile era in proiezione ad orari assurdi (ultimo spettacolo quello delle 20.00, e a quell’ora in genere io sto ancora in ufficio…). Però leggere il tuo articolo mi fa pensare che forse forse non mi sia persa poi molto…

    1. L’articolo voleva essere una riflessione su come linguaggi diversi possano raccontare una stessa storia. Se poi ti interessa il mio modesto gusto di spettatore ti dirò che l’ho trovata un’ottima pellicola di genere. Non un capolavoro, ma un’opera che si guarda con piacere (se non t’infastidisce la violenza dissacrante).

  2. Ormai dovrò aspettare che esca nelle videoteche, anche se a giudicare dal passaggio lampo fatto in poche sale lo troverò presto. Tranquillo, non ho problemi con la violenza dissacrante 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...