Una palla di stracci

Ho già scritto di come gli oggetti possano diventare fondamentali in un racconto d’immagine.

A volte, l’oggetto stesso è la storia. Guardate questa foto: quello strano ammasso di stracci è, senza alcun dubbio, il cuore della narrazione.

Lo è in senso compositivo, occupando il centro del quadro. Lo è in senso figurativo perché lo stilema della sfocatura lo rende l’unica figura restituita dall’obiettivo con nitidezza.

Lo è in senso comunicativo perché le mani lo portano in primo piano: ci dicono di concentrare lì la nostra attenzione. Così come la scelta consapevole di escludere, con pudore, il volto di chi  lo tiene tra le mani.

La figura è quella riconoscibile di un bambino (africano), ma un bimbo senza volto. Come dire non “quel” bambino, ma “uno dei tanti” che utilizza l’oggetto.

La palla, la sua fattura, la sua funzione, prevale su tutti il resto. Ci racconta un intero universo, dove non esistono lussuosi palloni di cuoio o gomma. Dove persino la cosa più pura che ci sia, il gioco, deve sottostare alle leggi spietate della povertà.

Tutto questo ci viene narrato con una sola, semplice, fotografia, scattata in Angola nel 2002.

Questo post è stato scritto qualche settimana fa  e avrei voluto pubblicarlo nelle prossime settimane. Poi è accaduto che ieri Tim Hetherington, l’autore della foto,  sia morto in Libia insieme al suo collega Chris Hondros, altro bravissimo fotoreporter.

E non c’è molto altro da aggiungere, salvo che tutto questo  ci ricorda che una foto è sempre l’insieme di due storie:  quella davanti all’obiettivo e quella dietro l’obiettivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...