Storia dei Giusti e degli Sbagliati

I Giusti fra le nazioni hanno parte nel mondo che viene.

Tosefta, Sanhedrin,13.

Com’è bella la storia  de I Giusti, raccontata nel Talmud di tradizione ebraica. Il mondo sussiste soltanto per merito delle loro azioni, uomini e donne che vivono tra noi, ignorandosi l’un l’altro come ricorda un celebre verso di Borges.

I Giusti sono il pilastro dell’universo e finché anche uno solo di loro calpesta questa Terra, praticando il bene, allora l’Umanità intera è salva.

Ho sempre trovato che questo racconto sappia infondere speranza, sia a chi crede profondamente in un qualche Dio, sia  a chi credelaicamente nella positività dell’esperienza umana.

I Giusti possono appartenere a qualsiasi etnia, tradizione, cultura, possono essere bianchi, neri, o a pois e non cambierebbe nulla. Sono Giusti non per quello che sono, ma per quello che fanno, praticando il bene.

Ci pensavo leggendo il racconto di Mizaar che di mestiere fa l’insegnante di sostegno nelle scuole pubbliche:

 Trentadue non è solo un numero, ma sono i ragazzi disabili che il prossimo anno frequenteranno la mia scuola. Trentadue ragazzi con sessantaquattro genitori.

Non pretendo di convincervi che è il racconto di un Giusto. Però, credo che leggendolo avrete come me l’esatta sensazione che, a volte, è più facile di quanto pensiamo riconoscere il confine tra bene e male, tra giusto e sbagliato.

Annunci

4 pensieri su “Storia dei Giusti e degli Sbagliati”

  1. La storia dei Giusti ha sempre esercitato su di me un grande fascino.

    Le tue parole poi mi hanno fatto riflettere soprattutto su un punto: i Giusti non sono persone che predicano il bene, ma che lo praticano: non è una differenza da poco (vedi che differenza fanno un paio di lettere? 😉 ).

    Corro a leggere Mizaar.

  2. grazie per il pensiero!
    leggerò le tue parole ai miei ragazzi in classe. anche loro sono dei giusti per quello che fanno con il loro compagno autistico. il senso della buona scuola è questo, stare insieme per fare bene insieme, checchè ne dicano quattro ignoranti e spelacchiati senatori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...