Storia a fumetti degli Indignados

Hanno fatto sensazione, tutto il mondo ne parla.

Los indignados, i giovani spagnoli radunati nelle piazze iberiche a contestare l’intero sistema politico del loro paese.

Chi sono? L’interpretazione “de sinistra”, “toninegresca”, suggerisce che possano rappresentare una nuova incarnazione del movimentismo di un tempo. Insomma, sessantottini versione due punto zero, in salsa post-ideologica, venuti a chiedere a papà e nonni conto del benessere promesso loro dalla società che non trovano più.

Fuori da ogni retorica, Pepo Pérez e Santiago García , blogger e fumettisti, hanno cercato di raccontare in una breve storia online, Spanish revolution (qui in versione spagnola o se preferite in inglese), il senso di quest’avventura collettiva.

E nella fluidità delle vignette da “scrollare” una dietro l’altra, dall’alto verso il basso, non c’è solo il sapore stilistico “verticalista” del fumetto da web, ma anche il saper legare questa storia di oggi a quelle di ieri del loro paese.

Ecco , forse,  quello che rende “autentico” Spanish Revolution rispetto alle tante letture dei Soloni di professione, sta nello sforzo di raccontare le cose con onestà e semplicità, lontano dai cattivi maestri e dalle cattive coscienze.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...