It’s A Bird… It’s A Plane… It’s Vittorio Feltri

Fino a poche ore fa, pensavo che solo Superman o Neo di  Matrix potessero fermare le pallottole a mani nude.

Avevo sottovalutato le capacità di Vittorio Feltri,  penna principe de Il Giornale, che così oggi commenta la strage di Utoja:

Cinque, sei, sette, dieci, quindici persone, e tutte disarma­te, non sono in grado di annienta­re un nemico, per quanto agisca da solo, se questo impugna armi da fuoco.

Ma 50 – e sull’isola ce n’erano dieci volte tante- se si lan­ciano insieme su di lui, alcune di si­curo vengono abbattute, ma solo alcune, e quelle che, viceversa, ri­mangono illese (mettiamo 30 o 40) hanno la possibilità di farlo a pezzi con le nude mani.

Farebbe quasi sorridere se non stessimo parlando di una storia tragica. Farebbe quasi sorridere, se non mettesse ribrezzo un commento così.

Annunci

12 pensieri su “It’s A Bird… It’s A Plane… It’s Vittorio Feltri”

  1. Il vero dramma è che quello che ha scritto Feltri l’ho sentito dire più e più volte al bar non da brilli delle 8 del mattino con il Novello in mano ma da insospettabili professionisti con brioche e cappuccino sul bancone. Quello è il suo zoccolo duro (di Feltri), così gli da quello che desidera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...