Come fosse antani (la seconda fase)

Ascolto la conferenza stampa di fine d’anno del nostro nuovo presidente del consiglio, Mario Monti che sta ai soliloqui mediatici del pornonano, come la recitazione di Sir Alec Guinness sta a quella di Alvaro Vitali.

Però, a parte la forma, c’è il merito della storia. Insomma il “cosa si racconta”, oltre il “come”. E, allora, un commento mi viene spontaneo. Una cosa da nulla, magari banale, ma di cuore.

Facciamo politica quando scegliamo di prendere il bus la mattina, invece dell’auto.  Facciamo politica quando al dentista chiediamo la ricevuta, invece che lo sconto. Facciamo politica quando decidiamo di mettere al mondo un figlio oppure no. Facciamo politica quando assistiamo nonno a casa, invece che sbatterlo in casa di cura.Facciamo politica perfino quando diciamo: “Ah no, la politica no, tanto sono tutti uguali.” Quando diamo la delega alle riunioni del condominio, perché chissenefrega. Tantosonotuttiuguali è politica, chissenefrega è politica. Facciamo politica 24ore su 24 della nostra vita, pubblica, organizzata, collettiva. Perché facciamo scelte.

E, allora, mi domando fino a quando si potranno definire “tecnici” provvedimenti che pretendono da alcuni sacrifici personali e famigliari enormi, mentre ad altri viene concesso di continuare a vivere di liquidazioni miliardarie, di tariffe fuori dal mercato, di casse previdenziali separate, di tasse non pagate, di professioni tramandate di padre in figlio come i titoli nobiliari di un tempo.

Che poi eravamo talmente male abituati, che perfino un ministro che sa distinguere una particella nucleare da una catastale ci sembra  un bel progresso, d’accordo. Ma questo non esime dal discutere nel merito delle questioni,  come ci ricordava qualche tempo fa Civati, ad esempio.

Non esiste un modo “tecnico” di governare un paese. Raccontare le scelte che si fanno come neutre (“non si può fare altro”), sta diventando un pretesto retorico fin troppo abusato. Una supercazzola. Bocconiana, ma pur sempre una supercazzola.

Annunci

Un pensiero su “Come fosse antani (la seconda fase)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...