Caro blog

Ti ho trascurato nelle ultime settimane.

Che sia la crisi del terzo anno? Che il rapporto tra noi si stia logorando?

Non fare il geloso: in fondo ho trascurato te, come tutti gli altri socialcosi. Perfino quell’invadente, pettegolo, di faccialibro.

Potrei dirti che è colpa del troppo lavoro. E in fondo sarebbe, faticosamente, vero.

Potrei dirti che è accaduto per via del piccolo cucciolo d’uragano che è arrivato a sconvolgermi (in meglio) le giornate. E sarebbe, fantasticamente, vero.

Ma c’è molto di più. C’è sempre molto di più.

In fondo è come scrivere un post. Ogni volta, ti sembra di aver messo giù le parole nel modo giusto. Ma poi, appena rileggi, ti rendi conto che qualcosa ancora manca.

Che quello che volevi davvero dire, ti è rimasto appiccicato alle dita, mentre pestavi come un  forsennato sulla tastiera. Che le parole giuste da usare, ancora non le hai trovate. Che, forse,  non le troverai mai.

Sul serio. A pensarci bene,  l’unico post che davvero conta è quello che devi ancora scrivere. Che sia tra un giorno o tra un anno, non importa.

E’ così che vanno le cose, caro blog. Cara vita.

Annunci

2 pensieri su “Caro blog”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...