Una storia che va raccontata

Il 95% delle macerie del terremoto aquilano non è ancora stato rimosso.

Sono dati ufficiali del Commissario per la ricostruzione (link al pdf).

Stiamo parlando di 3,8 milioni di tonnellate di macerie, a fronte delle appena 211mila rimosse in tre anni.

Non servirebbero altri numeri per raccontare la violenza che è stata perpetrata sul territorio dopo la scossa: basta questo dato agghiacciante.

Alberto Puliafito

Ci hanno raccontato che andava tutto per il meglio. Che non sarebbe stato come le altre volte.

Poi abbiamo ascoltato la voce di chi quella notte ghignava mentre le case crollavano e la gente moriva. E quelle voci dimostravano che le crepe di L’Aquila non erano solo negli edifici ma nella fabula mediatica che in quei giorni una stampa ossequiosa del potere ha allestito.

L’Aquila è un caso esemplare di come si possa manipolare la realtà, fabbricando storie a misura d’emozione.

Alberto Puliafito, giornalista e documentarista, ha svelato, prima in un libro e poi in  un film – Comando e controllo –  le storture dietro la propaganda e ha scelto di distribuire il film in maniera autonoma e coraggiosa:

Dal basso sto organizzando la distribuzione del film, Comando e Controllo, che racconta la storia dell’Aquila ma anche la storia di uno Stato in Emergenza.

Su Produzioni dal basso, senza intermediari di sorta (perché probabilmente un film del genere non può trovare grandi distributori in Italia) si può contribuire alla diffusione di una storia che è stata raccontata soltanto in parte.

Una storia che va raccontata per generare anticorpi, perché l’emergenza – lo dimostra anche l’Italia intera oggi – è sempre in agguato.

Un pensiero su “Una storia che va raccontata”

  1. …e poi c’è quella che va a forum a fare finta di essere aquilana per dire che va tutto bene! e rita dalla chiesa casca dalle nuvole: credevo che fosse in buona fede, ha detto! ma non li legge i giornali r.d.c?!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...