Chiunque tu sia

Mi chiedo se stamattina ti sei alzato dal letto, come ho fatto io.

Se ti sei scaldato il caffé, dopo la barba o viceversa.

Soprattutto, mi chiedo, se quando sei andato in bagno per lavarti, quella faccia nello specchio sei riuscito a guardarla come se fosse tutto normale.

Dopo aver fatto questo.

9 pensieri su “Chiunque tu sia”

      1. questi devono essere venuti su dalla scuola di coloro che sciolgono i bambini nell’acido. come pensare che possano incontrare se stessi e pentirsi del male commesso? – ma anche solo semplicemente pensarlo, il male!

  1. la faccia alla fine l’abbiamo vista ed è quella di un uomo come tanti, brutto come tanti, mostro come potrebbero essere tanti. è la normalità di questo essere che spaventa. se da un uomo così nella norma può venire questo male, che cosa dobbiamo aspettarci allora? un mondo assurdo, fatto di azioni incontrollate più di quante non ne capitino già?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...