Il cielo non è mai stato il limite

Diario di bordo. Data astrale, 8 settembre  2012.

Esattamente 46 anni la prima Enteprise salpava dagli Spazioporti catodici americani. Da noi, in Italia, sarebbe arrivata più tardi, ma avrebbe comunque marcato l’immaginario di quanti come me sono cresciuti con un vulcaniano come baby sitter.

Non bisogna essere necessariamente appassionati di fantascienza per amare Star Trek e l’infinita galassia di personaggi, di razze, di mondi, che Gene Roddenberry, autentico Omero del ventesimo secolo, ha costruito nel tempo.

I devoti del franchise, i cosiddetti Trekkies, segnano addirittura uno spartiacque culturale tra le serie, direttamente curate dal “creatore”, e quelle scritte dai suoi eredi/aedi, come se si trattasse di Vecchio e Nuovo Testamento. La filosofia della Federazione interplanetaria è divenuta addirittura un modello culturale e civico per alcuni, anche illustri, contemporanei.

Come che sia, non bisogna essere necessariamente trekkies per apprezzare la logica di Spock, l’umanità di Bones, l’eroismo (diciamolo) “old style” di Kirk, la ricerca di felicità del Pinocchio cibernetico Data, l’eleganza di Picard e così via.

E se non siete mai stati logici come un vulcaniano, perfidi come un romulano, rozzi come un klingon, inumani come un borg, non sapete cosa vi siete persi in questi 46 anni.

In fin dei conti, Star Trek ci ha regalato con le sue storie la speranza che il cielo non sia il limite ultimo dell’uomo, ma solo l’orizzonte verso cui puntare, per arrivare là dove nessuno sognatore è mai giunto prima.

2 pensieri su “Il cielo non è mai stato il limite”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...