Storia del Ronin senza Katana

 Jin: Compassione

L’intenso addestramento rende il samurai svelto e forte. È diverso dagli altri, egli acquisisce un potere che deve essere utilizzato per il bene comune. Possiede compassione, coglie ogni opportunità di essere d’aiuto ai propri simili e se l’opportunità non si presenta egli fa di tutto per trovarne una.

Tratto dai 7 principi del Bushidō

captain-tsubasa-486904Gli devo uno scudetto perso, quando, alcuni anni fa, con un lampo preciso e veloce come un colpo di Katana, il piccolo samurai trapassò la porta della Juve in una serata (per noi aficionados della Vecchia Signora) tristemente celebre.

Hidetoshi Nakata da Cipango è stato forse l’unico epigono reale di Oliver Hutton/ Capitan Tsubasa ad aver lasciato il segno nel calcio italiano.

Oggi ho scoperto che c’è anche una storia altra, dopo quella raccontata sui campi di pelota. Decisamente curiosa. Da conoscere, anche se della palla che rotola non ve ne frega nulla.

Leggere per credere (e grazie ad Alex Girola per averla proposta).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...