Niente di più. O tanto di più, fate voi.

eddy barrows DC Comics dccp_son_of_supermanIn tutto il mondo non siamo riusciti a trovare una sola persona che non sappia che Clark Kent è l’identità segreta di Superman.

Mort Weisinger, Editor delle serie a fumetti di Superman dal 1948 agli anni Sessanta

Capita che il redattore capo de Lo Spazio Bianco ti chieda se ti piacerebbe lavorare su un articolo dedicato ai 75 anni fumettistici di Superman e tu rispondi “Sì”, senza esitare. Perché “Nembo kid” è un eroe che ti appartiene. Perché c’è stato un tempo in cui trovare su una bancarella un albo della Cenisio era per te festa nazionale.

E mentre scartabelli la libreria e la rete per documentarti, per rinfrescare la tua memoria critica di lettore e i tuoi ricordi appassionati di aficionado, saltano fuori nuove idee.

Cose che sarebbe interessante tornare a rileggere o leggere  per la prima volta.  Così ti ritrovi coinvolto, non solo nella stesura di un articolo, ma nella progettazione di uno dei più corposi speciali recenti di tutto “Lo Spazio Bianco” e che andrà avanti per mesi (!), affiancandosi alla produzione usuale di articoli.

Di mezzo c’è un personaggio che E’ la storia del fumetto. Che può piacere o non piacere, ma che sta lì sulla breccia dell’immaginario da un tempo incommensurabile, se rapportato alla voracità bulimica con cui l’industria culturale consuma oggi i suoi beniamini.

Come abbiamo scritto nell’editoriale d’apertura ( qui ) con gli atri “super amici” di quest’avventura, Davide Occhicone e David Padovani:

…Tra i lettori, i nipoti hanno sostituito i figli che, a loro tempo, avevano rimpiazzato i padri. Ogni generazione ha avuto i suoi Superman, in tempo di guerra come in tempo di pace. Tante versioni, tanti medium e tanti autori per una storia semplice che hanno creato due giovani sognatori in quella fantasmatica “Fortezza della Solitudine” che era la provincia americana degli anni Trenta: Jerry Siegel e Joe Shuster, un foglio di carta e una matita.

Niente di più. O tanto di più, fate voi.

Ah già, l’editoriale s’intitola “Superman non muore mai” . Tanto per essere chiari.

superman-wallpaper-clark-kent

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...