E nell’ombra di Ebenezer c’era tutto

Vecchia tradizione di questo blog, anche negli anni di magra “post-ale” come il 2013, è dedicare  in questi giorni almeno un pezzo alle tante variazioni de Il canto di Natale di Dickens.  Stavolta si parla del “canto” fumettistico di Chiqui De la Fuente. Vale come augurio di  “buone feste” a chi passa da queste parti. 

E nell’ombra di Ebenezer c’era tutto

Per molto tempo, quando il fumetto  prendeva in prestito storie della letteratura,  si parlava tout court di “riduzione”.

Certo, il termine corretto sarebbe stato “adattamento” – come accade per altri medium quali il cinema –  ma prevaleva “riduzione” perché assolveva tutti (tanto il riduttore, quanto il commentatore) dal problema della fedeltà all’originale.

Per alcuni era inconcepibile che un mezzo “bambinesco” come il fumetto potesse aspirare a restituire la complessità di un romanzo o di un racconto di prosa: i tanti livelli di lettura, l’approfondimento psicologico dei personaggi, il respiro ampio della narrazione…

Chiqui de la Fuente - Moby dick

Gli stessi cartoonist d’altronde erano abituati a sentirsi figli di un Dio artistico minore, rispetto a cinema, pittura e letteratura.

Ecco, allora  che la parola “riduzione” era il passaporto grafico umile di chi non pretendeva altro che “abbassare” il romanzo al livello dei più piccini.

E’ capitato anche a  Chiqui (José Luis) de la Fuente, disegnatore iberico che ha passato una vita ad adattare i grandi classici della letteratura, da IvanhoePinocchio, da Il barone di MunchausenMoby Dick, attraverso un segno caricaturale, nervoso e puntuto, capace di mescolare insieme umorismo e dramma.

Proprio per questa sua particolare sintesi, lo stile di Chiqui de la Fuente ha offerto anche una  curiosa – e per certi aspetti memorabile – versione a fumetti de Il canto di Natale.

Dell’opera dickensiana, il cartoonist spagnolo  – coadiuvato ai testi dallo sceneggiatore Carlos Conejo-  condensa le  principali sequenze letterarie in vignette animate come un piccolo palcoscenico di carta, su cui figurine cartoonesche recitano e si muovono in punta di matita.

Anche i cambi di pagina finiscono con il rimandare alla logica teatrale della “quinta”: il racconto fumettistico assume il ritmo di una vera e propria commedia per atti.

113-CANCION NAVIDAD-CHF

Ovviamente, siamo lontani dalla profondità poetica dell’interpretazione grafica di Dino Battaglia, oppure da quella (recente), lirica e sognante,  di Estelle Meyrand.

Ma l’esibita “bidimensionalità” di questa versione restituisce  meglio di tante altre  la ricchezza e la varietà di registri narrativi dell’originale letterario:  la satira del vecchio Arpagone londinese; la storia gotica di fantasmi;  la parabola cristiana di redenzione; la fiaba natalizia…

Il canto di Natale di De la Fuente, Incontro con lo Spirito del Natale futuroLeggendola, ti ritrovi a pensare che quel termine – “riduzione” – abbinato al fumetto non è una vergogna “culturale”.

Al contrario è il risultato di una capacità espressiva autentica – in termini di sintesi linguistica e reinvenzione narrativa – che solo un medium “leggero”, fatto di segni onesti e minuti tracciati su  un foglio di carta, possiede.

C’è tutto nell’ombra compatta di china dello Scrooge di De la Fuente, tutto quello che serve per rinarrare l’opera di Dickens in forma diversa.

Un pensiero su “E nell’ombra di Ebenezer c’era tutto”

  1. bello! e bella la tua ” spiegazione” – ma d’altra parte tu parli con il linguaggio della passione e solo così viene facile spiegare, da una parte, e comprendere, dall’altra! buon anno a te e a tutti quelli che ti sono cari! ( e lunga vita al fumetto!!! )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...