Che poi bastava aver letto Dick Tracy

Chester_Gould_Dick_Tracy

…Per non subire il (presunto) fascino ipertecnologico dell’Apple Watch.

Perché la storia dell’orologio futuribile “ricevideo” trasmittente la raccontava, già nel 1946, Chester Gould con il suo immarcescibile poliziotto.

E  quell’orologio “tuttologo” ce l’hanno pure Diabolik ed Eva Kant.

Diabolik_Eva

E ce l’hanno i Jetsons, i nostri pronipoti del futuro secondo Hanna & Barbera.

georgejetson_hanna&BArbera

Perché, per molto tempo, il fumetto, il cinema e la letteratura hanno avuto questa straordinaria capacità di prefigurare la tecnologia, di anticipare il nostro futuro.

E forse ce l’avrebbero ancora. Ma quello che è cambiato è il nostro rapporto con la tecnologia, sempre più consumistico, sempre più frettoloso, sempre più effimero.

Così oggi, mentre qualcuno impazzisce per l’I-watch, qualcun altro recita l’elogio funebre dell’Ipod, già pronto a finire nell’armadio delle meraviglie sorpassate, anche se a suo tempo anch’esso è stato una piccola rivoluzione.

Era il 2001 e sembra il 1946, in fondo.

Un pensiero su “Che poi bastava aver letto Dick Tracy”

  1. È vero. La fantasia di alcuni autori ha anticipato di molto le innovazioni che poi (nel bene o nel male ) ci hanno cambiato la vita, con una velocità peró talmente rapida che non si riesce a starci dietro. Una cosa che mi sarebbe piaciuta ma la tecnologia non è stata ancora in grado di riprodurre è la cabina di dottor Spok per i trasferimenti spazio-temporali! Chissà se tra qualche tempo Apple ce la proporrà!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...