Dalla Terra alla Luna (e ritorno)

Diceva Jules Verne, uno dei primi scrittori a immaginare viaggi umani sulla Luna:

Quello che certi uomini posso sognare, altri possono realizzarlo

Ecco. Vi chiedo per un momento di dimenticarvi del prezzo del gas (sigh), delle devianze vere e presunte, dei venezuelani buoni e degli slavi cattivi. Oggi alle 14.33 (ora italiana), se non avete grandi impegni, abbiamo un appuntamento come Umanità con un sogno chiamato Luna.

Dalla rampa 39b di Cape Canaveral, sarà lanciata la prima missione del progetto Artemis per riportare l’uomo sul suolo lunare. E diversamente dalle missioni Apollo degli anni sessanta e settanta, stavolta non è solo una storia “americana”. Ci sono tante tecnologie del progetto, sviluppate in Europa, tante in particolare in Italia. Ci lavorano tante persone che conosco, che ho la fortuna di avere per colleghi. Ma anche se non siete nel settore, senza enfasi e retorica, questa è una di quelle date che può marcare il destino di intere generazioni.

Questa prima missione sarà senza equipaggio per provare che “tutto funzioni”. Perché stavolta non torniamo sulla Luna “solo” per piantare bandiere e impronte, ammesso che bandiere e impronte non fossero importanti (io al contrario penso che lo siano state allora).

Ci andiamo per studiare meglio il nostro sistema solare, per cercare risorse e modi per vivere lassù. Ci andiamo perché la Luna può essere la base e il punto di partenza per viaggi più “lunghi”. Ci andiamo perché come disse Tsiolkovsky, uno dei padri dell’astronautica moderna, la Terra è la culla dell’umanità ma non si può restare nella culla per sempre.

Ci andiamo, mi permetto umilmente di dire, perché possiamo essere migliori di così. Delle guerre, delle atrocità, delle meschinità del tempo presente e perché, forse, la miglior tecnologia che abbiamo sperimentato nella nostra civiltà si chiama Speranza.

Potete seguire la diretta del lancio uffcialmente sui canali NASA: NASA YouTube ; NASA websiteFacebookTwitch ae anche sulla NASA app. Mase googlate troverete tante dirette a commento di giornalisti, youtuber e semplici appassionati,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...