Mantra du Brazil

dieg“E’ un campione, è un campione.”

Lo ripeto come un mantra tibetano, mentre rivedo gli highlights di Domenica sera.

Dribbla, corre, tira. E la cosa che mi piace di più: quando piglia le botte – quelli del Chievo non ci vanno leggeri – si rialza senza fiatare.  Come Alex, come Pavel, come i grandi.

E poi arriva quella punizione deliziosa, pennellata per la zucca di Iaquintone…

Ha classe, ha fisico, ha cuore. Che vuoi di più dalla vita? Un brasiliano.

Davvero, fosse la volta buona… E’ dai tempi di Zizou che aspettiamo uno così.

Calma, calma, è solo la prima giornata.

Respira profondo, scaccia il demone dell’impazienza dal tuo cuore.

“Ooooom… E’ un campione, è un campione.”

Annunci

Un senso a sto’ PiDì

bersBeFunky
Pierluigi Bersani

Compagni e compagne dell’internet, è arrivato il momento di presentarvi la mia  Mosione per l’Italia.  Come canta il mio amico Vasco Rossi: Voglio trovare un senso a questa storia. Anche se questa storia un senso non ce l’ha.

Ecco io la penso  come sta’ bella cansone: il Pidì è una storia da mettere a posto. Lo sapete: a me, a Massimo e tanti altri compagni, sta’ roba non ci piaceva dall’inisio.

Voglio dire, che roba è sto’ partito, un pò centro e un pò sinistra,  pò’ rosso en po’ verde? Su, ragassi, siamo seri! Queste sono le americanate che gli piacciono al Walter.

Continua a leggere Un senso a sto’ PiDì

Viva allamerica

La parte bella è la ricerca. Grazie al loro impegno, c’è una speranza in più per combattere i tumori. La parte odiosa è la storia professionale che c’è dietro.

La chiamano fuga di cervelli. Espressione che coglie il senso delll’instupidimento costante del nostro paese, della sua progressiva desertificazione di intelligenze e sensibilità.

Ma oltre al cervello, ci sono anche cuore e anima.  E penso, all’avvilimento provato da Antonio e Anna, costretti a trasferirsi altrove non per chissà quale smania di denaro, ma semplicemente per poter far bene il proprio lavoro e vederlo riconosciuto.

Costretti a emigrare “allamerica”, come i nostri nonni.  Perché non hanno alle spalle padrini e santi protettori.  Perché vogliono farcela con le loro forze, il loro talento. Perché in Italia non c’è  posto per gente così.

Questo non è un paese per circoli

Domenica 19 Luglio. Sono appena rientrato dalla Francia a Roma, dopo mesi di lavoro fuori. E’ il primo giorno di vacanze che passo con mia moglie. Fa un caldo boia e vorrei starmene a poltrire un po’.

Però mancano tre giorni alla scadenza per il tesseramento del PD. E questa volta mi sono ripromesso di farlo, anche perché finalmente c’è un candidato alla segreteria che mi da fiducia, Ignazio Marino. Persino mia moglie s’è convinta, lei che di solito è diffidente su queste cose. Mi dice: “Dai facciamolo, mi sembra una persona perbene.”

Continua a leggere Questo non è un paese per circoli

Indietro miei Prodi

La mortadella a Ferragosto? Con questo caldo boia? Ci si mette anche Romano Prodi a turbarci le giornate a noi poveri elettori di centrosinistra, come se non bastassero i dilemmmi esistenziali (si fa per dire) sul congresso del PD o le palle che spara “Lui”. No, ci si mette anche il professore,  su “Il Messaggero” del 14 agosto.  E sapete quale è la novità? Ci eravamo sbagliati, compagni. Indietro  tutta.

Continua a leggere Indietro miei Prodi

Ci sono storie senza tempo ma c'è un tempo per ogni storia.