Archivi tag: francia

Modric e Mbappé: il mondo che va avanti

Ed eccoli i giocatori simbolo del mondiale: appena premiati come miglior giocatore e miglior giovane, Luka Modric e Kylian Mbappé.

Modric, vice-campione del mondo con la Croazia, viene da una storia di dolore e sofferenza, bambino profugo durante la guerra della ex-Jugoslavia che insanguinò i Balcani.

Mbappé, stella in ascesa della Francia mondiale, figlio d’immigrati come molti suoi compagni, devolve i guadagni della Nazionale in beneficenza, perché considera un privilegio giocare con la maglia del suo Paese.

Sono le facce pulite e belle dello sport che non cancella le contraddizioni del mondo ma le sublima in storie da tramandare. Ed è un mondo che malgrado duci e ducetti, costruttori di muri e affondatori di barche, razzisti e xenofobi, va avanti.

Chi oggi tifava per loro in nome di queste follie, avrebbe perso comunque fosse andata in campo.

 

 

Questo post è nato come commento estemporaneo sul mio profilo facebook, subito dopo la finale dei Mondiali di calcio del 15 luglio.  In molti – amici o perfetti sconosciuti – l’hanno ripreso e condiviso nelle ore successive (grazie a tutti!).

Così lo riporto anche qui, domicilio intellettuale del sottoscritto ormai polveroso e in disuso, ma che resta la casa dignitosa delle cose che penso e  in cui mi sforzo di credere.

Oggi più che mai

Mentre prepari la tua colazione, pensa agli altri, non dimenticare il cibo delle colombe.
Mentre fai le tue guerre, pensa agli altri, non dimenticare coloro che chiedono la pace.
Mentre paghi la bolletta dell’acqua, pensa agli altri, coloro che mungono le nuvole.
Mentre stai per tornare a casa, casa tua, pensa agli altri, non dimenticare i popoli delle tende.
Mentre dormi contando i pianeti, pensa agli altri, coloro che non trovano un posto dove dormire.
Mentre liberi te stesso con le metafore, pensa agli altri, coloro che hanno perso il diritto di esprimersi.
Mentre pensi agli altri, quelli lontani, pensa a te stesso, e di’: magari fossi una candela in mezzo al buio.

Pensa agli altri, Mahmoud Darwish

Alla fine ha vinto Babar

Se non siete mai stati a Celestopoli, difficilmente vi sarà capitato d’incontrare sua maestà Babar, monarca degli elefanti.

Oltralpe, invece, Babar è considerato un piccolo classico: un gioiello della letteratura francofona per l’infanzia, da qualche anno trasposto anche felicemente in una serie di cartoon.

Quando, qualche mese fa, impazzava in Francia il toto elezioni, fu a questo pacioso elefante che commentatori e illustratori satirici si richiamarono per trovare una narrazione immaginifica al candidato socialista alle presidenziali, Francois Hollande. Continua a leggere Alla fine ha vinto Babar